dove sono parti di me: didascalia per Ri-scatti


Ri-scatti" è un progetto di Ivana Marrone (o Penny Lane, mai capito) e come le cose belle funziona in maniera semplice: lei scova delle foto d'epoca e le appioppa a cantautori, scrittori, chef, robertisaviani, pianisti, mamme, conduttori radiofonici, illustratori, registi, psicoanalisti, poeti paesologi. Scrivi qualsiasi cosa ti venga in mente guardando la foto, dice loro. E l'ha detto anche a me.
La mia foto/didascalia è QUI.
L'archivio completo delle foto/didascalie è QUI

dal vivo: Officine Fotografiche a Milano, 25 gennaio 2018



Stasera (18:30) alle Officine Fotografiche di Milano si presenta la rivista RVM.
Con me, Agnese Porto (editrice), Giammaria De Gasperis (direttore editoriale), Chiara Oggioni Tiepolo (Senior Editor) e Francesca Pignataro (Art Director).
L'evento su Facebook lo trovate QUI.

dove sono parti di me: racconto per RVM Magazine


 

RVM è un quadrimestrale dedicato alla fotografia narrativa e al racconto per immagini, già attivo tra il 2009 e il 2014, ma da dicembre 2017 tornato in libreria e nei bookshop museali (e su abbonamento) con un nuovo layout e con nuove collaborazioni e rubriche. 
The Red(o) Issue è il primo numero, tutto dedicato al colore rosso, e lì dentro vi è una cura che ha del commovente: sono stati utilizzati otto differenti tipi di carta e varie dimensioni, e una cosa in pvc che mi hanno spiegato e che ho finto di capire facendo sì, sì con la testa.
Il mio racconto per la rivista si intitola Più niente per nessuno, accompagna le foto della belga Sanne De Wilde, e inizia così: Con la pioggia arrivarono le formiche alate. Nella sua traduzione in inglese (di Roberta Rinaldi) inizia così: The rain brought winged ants.
Per comprare la rivista cliccate QUI.
Per l'abbonamento annuale cliccate QUI.

dove sono parti di me: appunti





Allora Gianni corse a casa, prese una rete da uccellare coi suoi campanellini e gliela tese intorno, ed ella continuò a dormire. Poi egli corse a casa, chiuse la porta, e sedette a lavorare. Finalmente, quand’era già buio pesto, la saggia Elsa si svegliò; e quando s’alzò ci fu intorno a lei tutto uno strepito di campanellini che tintinnavano a ogni passo. Allora si spaventò, si confuse, dubitando di essere proprio la saggia Elsa, e disse: - Sono io o non sono io? - Ma non sapeva che cosa rispondere, e per un bel po’ stette in forse; infine pensò: <<Andrò a casa, e domanderò se sono o non sono io; loro lo sapranno certo>>. Corse davanti all’uscio, ma era chiuso; allora bussò alla finestra, gridando: - Gianni, c’è Elsa? - Sì, - rispose Gianni, - c’è -. Ella si spaventò e disse: - Ah, Signore! allora non sono io -. E andò a un’altra porta; ma, udendo il tintinnio dei campanelli, la gente non voleva aprirle ed ella non potè trovar ricovero. Allora fuggì dal villaggio; e nessuno l’ha più vista.

[J. e W. Grimm, La saggia Elsa]


dal vivo: ContemporaneA ad Agrigento, 22 dicembre 2015




Dal momento che c'è ancora chi ogni tanto, parlando con me, infila di straforo ginocchi valghi e cimiteri a forma di fica e sigarette di trinciato forte, si ritorna a parlare di Vita, morte e miracoli.

L'occasione è ContemporaneA, rassegna letteraria diventata anche format televisivo per Teleacras - il tutto frutto dell'instancabile mente di Gero Micciché. 
L'appuntamento è per le 19:00 presso Casa Sanfilippo, in quel patrimonio dell'Umanità che è la Valle dei Templi.
Per saperne di più sulla presentazione cliccate QUI
Per saperne di più sulla rassegna letteraria cliccate QUI.

dal vivo: #staiSerena a Rai Radio2, 10 dicembre 2014



Oggi intorno alle 15:30 parlerò di Vita, morte e miracoli a #staiSerena, il programma di Serena Dandini su Rai Radio 2.
Se avete twitter bombardateli con @serenaradio2.

AGGIORNAMENTO: Se non siete riusciti a beccare la diretta, per ascoltare la registrazione della puntata cliccate QUI.